Ieri e oggi

Quando ero piccola, adoravo la storia della gabbianella e il gatto.. libro e cartone animato che mi ha accompagnato per tanti anni.. pensavo sempre a come doveva essere stata dura per la gabbianella imparare a volare, imparare a non avere paura del vuoto, a sentire il vento tra le piume..

E adesso, per la prima volta ho visto Sky, libera nel cielo, libera di accettare o meno il cibo preparato per lui sul guanto…

Metterlo in volo, fargli fare ciò per cui sono stati creati, veleggiare nei cieli.

Quando la gabbianella fu portata in cima al campanile con l’aiuto di un umano e del suo fedele amico zorba: “ho paura” disse la gabbianella, l’umano prese la gabbianella tra le mani “no, ho paura, ho paura” stridette lei, ” no aspetta, posa sulla balaustra” disse zorba, “non avevo intenzione di buttarla giù” disse l’umano, ” ora volerai fortunata, respira, senti la pioggia, é acqua, nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un’altra si chiama vento, un’altra ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia, senti la pioggia, apri le ali” le disse zorba, la gabbianella spiego le ali, l’umano e il gatto la invitarono al alzare la testa con gli occhi chiusi, ” l’acqua, il vento, mi piace!” ” ora volerai” le disse il gatto, ” ti voglio bene, sei un gatto molto buono” gli rispose fortunata avvicinandosi al bordo della balaustra, ” ora volerai e il cielo sarà tutto tuo” miagolo zorba, continuó ” non ti dimenticherò mai, e nemmeno gli altri gatti, vola!” Si lanciò, cadde giù, come un sasso, zorba e l’umano si sporsero dalla balaustra e allora la videro che sbatteva le ali e sorvolava il parcheggio, ” volo, zorba, so volare!” ” bene gatto, ci siamo riusciti” disse l’umano a zorba, ” si, ha capito la cosa più importante, sull’orlo del baratro” rispose zorba, ” ah si? E cosa ha capito?” Chiese l’umano ” che vola solo chi osa farlo”.

Questo è quello a cui ho pensato quando l’avevo sul guanto prima di togliere il cappuccio, pensavo alla gabbianella, anche lui doveva farcela, doveva osare..

appena ho tolto il cappuccio ho visto le sue piume scompigliate da vento, il suo sguardo fiero, ed ecco, si solleva piano, ed io comincio a piangere, lo vedo veleggiare nell’aria mentre si avvicinava al pugno per andare a mangiare, li, proprio in quel momento, non avevo più parole, piangevo sorridendo, era riuscito a farlo, ha volato, proprio come la gabbianella.. siamo riusciti a metterlo in volo.. adesso può solo migliorare.

Quindi buon lavoro a noi

Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook e Instagram : rapacinvoloenelcuore

Annunci

La muta di gió gió

La muta… tutte queste penne sono di gió gió, il nostro barrica di un anno, lui ha cominciato la muta il 28 ottobre e ad oggi ha perso tutte queste penne, ha superato temeperature sotto zero, neve, venti da uragano, ma c’è l’ha fatta, la sta continuando… questa è la dimostrazione che la muta può essere fatta a prescindere da tutto, anche dalla stagione, l’importante è prendersi cura del rapace e dargli tutte le attenzioni possibili… lui, troverà il modo di regalarci una splendida muta ❤️🦅

Voi due…

Voi due… ❤️ la mia famiglia… con gimmy e gió gió. Quando hai un rapace, la mattina ti svegli e il tuo primo pensiero è lui, sapere come sta, vedere se è tutto a posto.. loro salgono in cima alle priorità.

Sky ci sta regalando tante soddisfazioni, Vittorio ce la sta mettendo tutta, è davvero difficile, un’aquila di 3 anni è molto più difficile da addestrare rispetto ad un piccolo.. ma con tanta pazienza e passione, ci stanno riuscendo insieme.

Al caldo

Mentre fuori si congela e il cielo diventa nuvoloso e bianco in preparazione per una nevicata… il mio piccolo gió se ne sta al caldo davanti alla stufa… ad esplorare la casa e spulciarsi ☺️

Buon natale

Quando si hanno dei rapaci, non esiste la domenica, non esiste il natale, la Pasqua, il capodanno, loro hanno bisogno lo stesso di volare, di mangiare, delle nostre cure e attenzioni. Bisogna essere lì tutti i giorni ad occuparsi di loro. E nelle feste una razione più abbondante di cibo! 😅 buon natale a tutti dalla nostra famiglia 🎄🍾🎉🎅🏻🎁🎊

Piena fiducia

Quando un rapace si scrolla e si posiziona su un piede, significa che è in totale relax, che è tranquillo, non avverte intorno a se pericoli o situazioni di stress…

quando un rapace si mette su un piede sul guanto, vuol dire che ha instaurato un rapporto di totale fiducia nel confronti del falconiere, lui è suo amico, non è un pericolo, non è un avversario, si sente in relax con lui e Sa che li è al sicuro.

Visita la

Nostra pagina Facebook

https://m.facebook.com/Maryvii13/

O seguici su Instagram : rapacinvoloenelcuore

L’accettazione

L’accettazione… un processo lungo e fatto di rischi e di sacrifici. Loro si comportano con noi come noi ci comportiamo con loro. Ci accettano solo dopo un periodo di conoscenza reciproca, dopo averci studiato in ogni nostro movimento, in ogni tonalità della nostra voce, loro ci accettano solo quando hanno fiducia di noi, quando noi non siamo un pericolo, quando noi diventiamo “del branco”, solo dopo ore ed ore passate con loro. Noi diventiamo la loro famiglia… e loro diventano parte integrante della nostra vita.